Skip to main content

TMB – TRATTAMENTO MECCANIZZATO BIOLOGICO

Attualmente le attività di TMB (trattamento meccanico biologico) vengono svolte con ordinanza del Presidente della Provincia nella ex area di trattamento delle macerie in quanto a seguito dell’incendio avvenuto in data 15.04.2022 l’impianto esistente è stato dismesso. La riprogettazione dello stesso è in corso di iter autorizzativo da parte degli Enti Competenti e vedrà la realizzazione nell’annualità 2024.

Il processo ovvero il trattamento del materiale RSU indifferenziato è in ogni caso assicurato mediante un impianto provvisorio che è stato come di seguito realizzato:

In un primo edificio sono installate le attrezzature necessarie al trattamento meccanico: trituratore, deferizzatore, vaglio, pressa legatrice del sopravaglio e nastri trasportatori connessi.

Nel secondo edificio è stoccato il sottovaglio in cumuli per il caricamento in biocontainer e per l’ultima fase di stabilizzazione.

Entrambi i capannoni sono dotati di impianto di aspirazione e abbattimento delle polveri mediante sistema di filtrazione a maniche, e per il contenimento delle emissioni odorigene è stato installato un biofiltro mobile.

La linea provvisoria di trattamento meccanico e biologico, alternativa alla vecchia linea, è in grado di trattare tutti i rifiuti indifferenziati prodotti da tutti i comuni ricadenti nel bacino dell’ATO 3, corrispondenti a circa 40000 ton/anno. La nuova linea di processo del TMB assicura ogni garanzia di funzionalità e di compatibilità ambientale, per il tempo tecnico ed autorizzativo necessario alla ristrutturazione del TMB interessato dall’incendio.