Skip to main content

LA STORIA

Cosmari, Consorzio Obbligatorio Smaltimento Rifiuti – ATO n.3 Provincia di Macerata, è il primo consorzio costituito e operativo nelle Marche, nel quadro della programmazione regionale e provinciale di attuazione del decreto Ronchi”. Sono soci tutti i 57 Comuni della Provincia di Macerata, con una popolazione di circa 320.000 abitanti.” La Sede legale ed operativa COSMARI è a Tolentino, in Loc. Piane di Chienti, ed occupa una superficie di circa 80.000 mq. Nella stessa sede sono realizzati gli impianti di smaltimento e di recupero. La Sede si trova, di fatto in adiacenza al confine del comune di Pollenza (separato dal fiume Chienti), a 1.700 dal confine del comune di Urbisaglia, a 2.650 ml dal confine del comune di Corridonia e a 2.700 ml dal confine del comune di Macerata. Esso deriva dal consorzio volontario Con.Sma.Ri., che è stato fondato con decreto prefettizio prot. n. 3752/1 del 20/10/1976 tra i Comuni di Colmurano, Corridonia. Loro Piceno, Mogliano. Petriolo, Pollenza. Ripe San Ginesio, San Ginesio, Tolentino e Urbisaglia con la finalità di organizzare “il servizio di trasporto e smaltimento dei rifiuti provenienti dai servizi della nettezza urbana dei Comuni aderenti” Negli anni successivi sono aumentate le adesioni fino ad arrivare, ad oggi, alla totalità dei Comuni della Provincia di Macerata.

Il 1° marzo 2003 il consorzio volontario, per scelta di tutti i comuni soci e della Provincia di Macerata, che ha approvato il nuovo statuto, viene trasformato in consorzio obbligatorio ai sensi della L.R. 28/99. L’allora consorzio volontario Con.Sma.Ri al fine di adempiere alle proprie finalità statutarie relative allo smaltimento dei RSU, decise di realizzare un impianto tecnologico complesso per lo smaltimento attraverso il riciclaggio totale dei rifiuti. Allo scopo venne esperito, tra il 1981 e il 1982, un appalto-concorso le cui risultanze vengono approvate dall’Assemblea Generale in data 13/07/1982 e venne, quindi, affidata la realizzazione dell’impianto alla Società Snamprogetti spa risultata vincitrice; il progetto da realizzare prevedeva il riciclaggio integrale dei rifiuti attraverso varie linee di selezione con incenerimento degli scarti attraverso una linea di termodistruzione con recupero energetico. Dal 27 dicembre 2014 i comuni soci hanno approvato all’unanimità la trasformazione Cosmari da consorzio a società a responsabilità limitata, approvando contestualmente il nuovo statuto societario.

AZIENDA

COSMARI è oggi una società pubblica costituita da 55 comuni della provincia di Macerata a cui si è recentemente aggiunto il Comune di Loreto, per una popolazione di circa 340.000 abitanti.
Le attività aziendali sono oggi distinte secondo le seguenti direttrici: servizi di raccolta differenziata e indifferenziata dei RSU, gestione dell’impianto smaltimento e recupero RSU, gestione dell’impianto di compostaggio, gestione dell’impianto di selezione manuale del multi materiale leggero e di carta e cartone, gestione delle discariche di appoggio, gestione dei centri di conferimento comunale, piattaforma provinciale per Raee e ingombranti. Inoltre Cosmari si occupa della cernita delle macerie provenienti dai Comuni colpiti dal terremoto del 2016.

Ogni giorno negli impianti vengono trattate 400 tonnellate di rifiuti e vengono erogati servizi mediante l’utilizzo di 350 automezzi, con quasi 600 dipendenti tra impiegati, autisti mezzi complessi, operai ed addetti alle varie linee. Quasi tutti i Comuni soci hanno avviato la raccolta differenziata spinta “Porta a Porta”. La raccolta differenziata è in costante crescita tanto che si attesta, su scala provinciale, su valori superiori al 75% con molti Comuni che stabilmente hanno percentuali superiori all’80%. In virtù di questi risultati la provincia di Macerata è al primo posto nella raccolta differenziata nelle Marche. Cosmari è l’unica società pubblica del centro-sud Italia presente nella speciale classifica redatta dal Ministero dell’Ambiente e da Legambiente dei “Consorzi Ricicloni”.

Scopri tutti i progetti Cosmari attivi

MISSION

Il Gruppo Cosmari è da sempre orientato a indirizzare la propria mission aziendale verso servizi che, oltre alla qualità e alla economicità, guardano alla sostenibilità sia dei sistemi adottati che ai comportamenti responsabili dei cittadini coinvolti nella raccolta differenziata dei rifiuti con il Sistema “Porta a Porta” e con il sistema tradizionale dei cassonetti stradali. Ma Cosmari è ancora di più… qualità, ricerca, innovazione. Infatti, prefigura e studia continuamente nuovi scenari in termini di cambiamenti sociali che determinano flussi di minore produzione di rifiuti, miglioramento dei servizi erogati e applicazione di innovative tecnologie di trattamento. I tempi cambiano e Cosmari si adegua continuamente a quelle che sono le esigenze degli utenti, contribuendo a creare una nuova educazione al consumo, impegnandosi per un corretto riutilizzo dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata in sinergia con Conai e con i Consorzi di filiera, per una nuova immagine di rifiuto, per una nuova consapevolezza da parte di tutti i cittadini.
Nuovi orizzonti, cambiamento, progresso, riciclo, meno rifiuti e meno spreco, più equilibrio e più ecostenibilità e ecocompatibilità… in una parola: cambiamento responsabile.

Tutto questo dimostra, in modo pratico, che una adeguata sensibilizzazione sul “sistema ambiente” ed una visione complessiva dei problemi, consentono la diffusione di quelle “buone pratiche” che, se adottate da tutti i cittadini permettono una corretta gestione dei rifiuti, favorendo un giusto riutilizzo, un equo impiego dei consumi e quindi uno sviluppo sostenibile, rispettoso dell’individuo e della natura.