Skip to main content

IMPIANTO DI SELEZIONE

Il nuovo impianto di selezione automatica rifiuti da raccolta differenziata è costituito da:

  • 6 strutture edili indipendenti con caratteristiche differenti che sono unite/sovrapposte per formare un unico complesso edilizio di forma rettangolare con dimensioni in pianta 74,50*60,30 per un totale di 4.492,35 mq: Edificio Scarico Fossa Prefabbricata, Edificio Lavorazione Secco Prefabbricata, Edificio Uffici Prefabbricata, Locale Tecnico Prefabbricata, Cabina Gruista Acciaio, Edificio Spogliatoi Prefabbricata;
  • Sistema di movimentazione dei rifiuti attraverso un carroponte automatico installato sull’edificio scarico fossa;
  • Impianto automatico di selezione, destinato al trattamento delle due tipologie principali di rifiuti (multimateriale leggero/plastica e carta/cartone), con potenzialità orarie pari a circa 7,0 ton/ora per materiale plastico/multimateriale leggero e pari a circa 8,0 ton/ora per materiale cartaceo.
  • Impianti di sicurezza antincendi costituiti essenzialmente da impianto di rivelazione incendi e segnalazione allarme e impianto di spegnimento a diluvio con schiuma a protezione delle fosse di scarico e deposito dei rifiuti, dell’area circostante la pressa di produzione delle balle, impianto di spegnimento a diluvio con schiuma a protezione dei bunker di deposito temporaneo del rifiuto da inviare alla suddetta pressa per l’imballaggio.

L’impianto prevede la selezione delle frazioni carta/cartone e multi-materiale leggero dei rifiuti urbani della provincia di Macerata e Loreto (ATO3). La linea di selezione è progettata per poter gestire i diversi materiali, trattando fino a 7,0 t/h di multi materiale leggero, oppure 8,0 t/h di carta/cartone.

L’impianto prevede un’operatività su due turni giornalieri, garantendo una capacità complessiva di trattamento fino a un massimo di 30.000 tonnellate annue, di cui circa 13.000 di multi materiale e 17.000 di materiali cartacei.

Per raggiungere tale obiettivo l’impianto è formato dalle seguenti principali apparecchiature:

  • N°5 Fosse rifiuti di cui 3 per scarico con automezzo
  • N°1 Carroponte automatico/manuale per alimentazione impianto
  • N°1 Lacera sacchi dosatore
  • N°2 Separatori magnetici
  • N°2 Separatori a correnti indotte ECS
  • N°3 Selettori ottici
  • N°2 Vagli a tamburo rotante di cui uno primario doppio stadio
  • N°1 Vaglio balistico a doppio stadio
  • N°2 Cabine di selezione
  • N°1 Pressa imballatrice
  • Nastri di collegamento tra le macchine
  • Quadri bordo macchina
  • Sistema di aspirazione

Il processo per entrambe le tipologie di materiale si svolgerà nella stessa area produttiva, a cui afferiranno sia le raccolte dei materiali cartacei che del multimateriale.

L’obiettivo è la selezione di tali materiali per la massimizzazione della valorizzazione economica per la successiva consegna ai consorzi di filiera e/o per la vendita al libero mercato: plastiche, carta, cartone, tetrapack, materiali metallici ferrosi, materiali metallici non ferrosi.

I processi di lavorazione prevedono in sintesi:

MULTIMATERIALE

  1. Alimentazione della lacera sacchi e rimozione di materiali ingombranti;
  2. Separazione mediante vaglio rotante delle frazioni: piccola (Φ < 100 mm), media (100 mm < Φ < 300 mm) e ingombrante (Φ > 300 mm).
  3. Selezione frazione piccola: rimozione materiali ferrosi per mezzo di magnete, aspirazione di corpi leggeri tramite sistema aeraulico, ulteriore vagliatura con un secondo vaglio rotante monostadio, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte ECS, selezione delle plastiche con lettore ottico e controllo qualità.
  4. Selezione frazione media: rimozione materiali ferrosi per mezzo di magnete, aspirazione di corpi leggeri tramite sistema aeraulico, divisione dei materiali rotolanti e piatti tramite il vaglio balistico, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte, selezione delle plastiche (PET/PE) per mezzo di due lettori ottici e controllo qualità.
  5. Selezione manuale della frazione ingombrante e controllo qualità.

CARTA E CARTONE

  1. Alimentazione della lacera sacchi e rimozione di materiali ingombranti;
  2. Separazione mediante vaglio rotante delle frazioni: piccola (Φ < 100 mm), media (100 mm < Φ < 300 mm) e ingombrante (Φ > 300 mm).
  3. Selezione frazione piccola: rimozione materiali ferrosi per mezzo di magnete, aspirazione di corpi leggeri tramite sistema aeraulico, ulteriore vagliatura con un secondo vaglio rotante monostadio, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte ECS, selezione del tetrapack con lettore ottico e controllo qualità.
  4. Selezione frazione media: rimozione materiali ferrosi per mezzo di magnete, aspirazione di corpi leggeri tramite sistema aeraulico, divisione dei materiali rotolanti e piatti tramite il vaglio balistico, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte, selezione di carta, cartone e tetrapack per mezzo di due lettori ottici e controllo qualità.
  5. Selezione manuale della frazione ingombrante (cartoni) e controllo qualità.